Il contratto di assicurazione


 

L’assicurazione è un contratto grazie al quale un soggetto si tutela contro il rischio che si verifichi un evento dannoso pagando un premio periodico

Cos’è il contratto di assicurazione
L’assicurazione è un contratto previsto e disciplinato dal codice civile, che all’art. 1882 lo definisce molto semplicemente come quello che prevede da parte del soggetto assicurato il pagamento di un premio che gli da diritto, in caso di danni derivanti da un sinistro, di essere pagato dalla compagnia con cui lo ha stipulato. L’articolo parla anche implicitamente delle assicurazioni vita e morte, in cui il pagamento del capitale o della rendita sono legati a certi eventi della vita della persona.

Il rischio nel contratto di assicurazione
Con il contratto di assicurazione quindi l’assicurato si impegna a pagare una somma periodica, chiamata premio e l’assicuratore si assume il rischio che un certo evento si verifichi, assumendosi l’impegno, nel caso in cui questo si realizzi concretamente, di rivalere il contraente.
Il rischio pertanto è fondamentale per la stipula di un’assicurazione, tanto è vero che, l’art. 1895 c.c. prevede che se il rischio non è mai esistito o ha cessato di esistere prima della conclusione del contratto il contratto è nullo, se però il rischio viene a cessare dopo che il contratto è stato concluso l’assicuratore ha comunque diritto al pagamento dei premi fino a quando la cessazione del rischio non gli viene comunicata o non ne viene comunque a conoscenza.

Le assicurazioni obbligatorie
Il contratto di assicurazione non è sempre una libera scelta. La legge prevede infatti forme obbligatorie di assicurazione, come nel caso dei veicoli. La circolazione stradale infatti è un’attività pericolosa, per questo chi acquista un’auto, una moto, un autocarro o un camper, ad esempio, è obbligato a stipulare un’assicurazione per la Responsabilità Civile in grado di coprire i danni materiali e le eventuali lesioni conseguenti a un sinistro stradale.

Le assicurazioni facoltative
Alle assicurazioni obbligatorie si affiancano quelle la cui stipula è rimessa alla libera scelta dei soggetti. Oggi è possibile assicurarsi contro rischi che possono colpire la casa, gli animali domestici, la vita, il mutuo stipulato con la banca e i viaggi.